Home News Perchè i prezzi di aerei e hotel cambiano sempre online

Perchè i prezzi di aerei e hotel cambiano sempre online

Aereo Ryanair

Tutti ormai quando si tratta di andare a prenotare un hotel, una casa o un biglietto aereo diamo un’occhiata a quello che offrono le varie piattaforme online relative al servizio che ci occorre. Spesso tra l’altro troviamo prezzi differenti consultando un sito anzichè un altro, decidendo di acquistare chiaramente da quello più conveniente.

Non è così semplice però, dato che quando andiamo a fare una ricerca di questo tipo entrano in gioco algoritmi molto complessi, che emettono un prezzo per utente considerando diversi fattori, e non solo il giorno o l’orario della ricerca.

Tra i vari fattori troviamo anche il luogo da cui stiamo effettuando la ricerca (fornito dal nostro smartphone con il GPS ad esempio) e il tipo di dispositivo che stiamo utilizzando ad esempio. Se utilizziamo un iPhone i prezzi potrebbero essere più alti, perchè un utente che acquista iPhone in linea generale potrebbe avere una disponibilità economica maggiore. Oppure trovandoci in una grande città rispetto ad un posto più isolato potremmo avere davanti a un risultato differente.

Risparmiare su Hotel Low Cost

Il tutto perchè il sito che andiamo a visitare cerca in qualche modo di tracciare un profilo dell’utente che si sta collegando, in modo da capire qual è la capacità di spesa di tale utente, e con che criterio poi viene portato all’azione, quindi con che facilità andrà poi a comprare una volta raggiunta la pagina di prenotazione.

Ovviamente questo va a discapito del consumatore, con i prezzi che dunque vengono aumentati se si viene profilati con una buona capacità di spesa, e fa spendere di più per lo stesso identico posto, dello stesso aereo, e nello stesso momento di prenotazione rispetto ad altre persone.

Rafi Mohammed su Harvard Business Review ha approfondito il tutto. Rafi è consulente sulle strategie di prezzo e ha rilevato differenze nelle ricerche di un pacchetto vacanze su Orbitz (portale del gruppo Expedia). Nella sua prova, cercare con un portatile ha portato ad avere un prezzo più alto del 6.5% (117$) rispetto alla stessa ricerca fatta su app, e dunque da smartphone.

LEGGI ANCHE  Migliori Soundbar del 2020, guida acquisto completa

Lungomare di Nizza

Anche cercando contemporaneamente con due telefoni diversi nello stesso momento ha portato ad una differenza di 50$ (2,8 % di differenza), per lo stesso pacchetto. Recentemente anche il Corriere della Sera ha approfondito la vicenda, intervistando anche un manager di una compagnia aerea, che ha spiegato che per lo stesso posto ci sono ben quindici differenti fasce di prezzo, con l’esempio di un volo da Milano a New York, che può costare dai 300 ai 900 euro.

La variante principale (si fa per dire) è quella del tempo, ovvero quando si prenota il posto su un volo ad esempio. Da un report di Expedia è emerso che in teoria i giorni migliori per prenotare sono la domenica e il martedì. Inoltre per chi ama il last-minute, a 10 giorni dalla partenza i prezzi toccherebbero il punto più basso, prima di aumentare in forma esponenziale giorno per giorno per chi arriva troppo sotto.

Il consiglio dunque quale potrebbe essere? Sicuramente cercare sempre di vedere il prezzo del volo o dell’hotel sia da notebook, loggati o meno sul sito, sia da smartphone, sempre loggati o meno, per vedere che tipo di risultato si riscontra in fase di ricerca. Inoltre ci sono un paio di siti da tenere d’occhio, dove è possibile trovare gli “errori di prezzo” delle compagnie aeree: cheapflightslab.com e flynous.com.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.