Recensione Samsung Galaxy Fold – Un Pezzo di Futuro

In un mercato smartphone che da anni non vede innovazioni davvero consistenti, da inizio 2019 con le presentazioni dei primi smartphone pieghevoli sembrava che la nuova direzione potesse essere proprio questa, ovvero la possibilità di piegare il display per avere smartphone con schermi davvero grandi vedi appunto il Samsung Galaxy Fold, o semplicemente simili a quelli attuali, ma ripiegabili, vedi gli ultimi Motorola Razr o Samsung Galaxy Z Flip.

Arrivato sul mercato e poi ritirato per una revisione, oggi è disponibile Galaxy Fold come unico terminale al mondo con schermo davvero generoso, 7,3” in grado di piegarsi per renderlo tascabile e alla portata di tutti. In quantità limitata e ad un prezzo che di listino è di 2050€, già in discesa e disponibile in offerta sui vari store. Vediamo insieme di che terminale si tratta.

Galaxy Fold – Caratteristiche Tecniche

Samsung Galaxy Fold Schermate Multitasking

Trattandosi di uno smartphone che punta alla fascia di utenza premium, il Galaxy Fold ha una scheda tecnica da primo della classe, con il miglior modulo fotografico di Samsung, disponibile anche su Galaxy Note 10, il processore di punta disponibile al momento del lancio, lo Snapdragon 855, con annessa versione 5G, 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna non espandibile.

La CPU è octa-core e suddivide l’utilizzo dei vari core a frequenze differenti in base al carico di lavoro per prolungare l’autonomia e ottimizzare al meglio i consumi. La GPU è una Adreno 640 in grado di far girare sul grande display qualsiasi titolo con risoluzione ottimizzata al form factor del telefono.

Completa la scheda tecnica la presa USB-C 3.1 con supporto a Samsung DeX, il Wi-Fi 6, il Bluetooth 5.0 e il GPS con tecnologie GLONASS e Galileo.

L’autonomia è gestita da una batteria da 4380 mAh che permette di fare anche più di un giorno di utilizzo intenso senza grossi problemi, e il risultato è garantito grazie al chipset Qualcomm Snapdragon, che a differenza delle soluzioni proprietarie Exynos riesce a gestire meglio i consumi. In un confronto diretto con un Galaxy Note 10+ che ha una batteria molto simile, il Galaxy Fold è in vantaggio.

Display – La vera rivoluzione

Samsung Galaxy Fold Schermata Doppia

Un top di gamma assoluto per quanto riguarda potenza e costruzione. Materiali premium, vetro sulla scocca e ricarica wireless, ma la vera rivoluzione riguarda il display.
Il Galaxy Fold è l’unico smartphone disponibile sul mercato da diversi mesi che da aperto raggiunge una diagonale sul display di 7.3”, offrendo un’esperienza di utilizzo inedita, e dopo alcuni giorni quasi irrinunciabile.

Per qualsiasi tipo di attività: dalla lettura alla visione multimediale, lo schermo in formato 3:4 dà una marcia in più. Un pannello tra i migliori di sempre, Dynamic AMOLED con una risoluzione di 1536 x 2152 pixel, quantomeno accostabile al QUAD HD, anche se a modo suo. Un’ottima risoluzione per vedere al meglio qualsiasi contenuto. Compatibilità HDR10+ per vedere al meglio serie TV e film compatibili.

Non è l’unico comunque, perchè a smartphone chiuso frontalmente troviamo un altro display HD Ready, Super AMOLED in form factor 21:9, con una risoluzione di 720 x 1680 pixel.

La vera rivoluzione del Galay Fold è effettivamente qui, lo schermo portatile esteso che può essere aperto quando serve. Utilizzare il proprio smartphone Android con questo display è un’altra cosa rispetto ai terminali standard. Tutti i contenuti che escono a schermo vengono adattati perfettamente, e il form factor non va a distorcere quello che vediamo. Si può apprezzare meglio dal video YouTube, alla serie TV su Netflix, all’articolo di giornale da leggere sul browser.

Tutti con interfaccia mobile, adattata al meglio. Anche le principali app non hanno alcun tipo di problema e in diverse settimane di utilizzo non sono stati riscontrati contenuti fuori forma o non consultabili.

Sicuramente notiamo delle differenze, ma no tali da dare fastidio o alterare l’esperienza di utilizzo. Piccola nota sul notch presente in alto a destra che potrebbe dar fastidio, ma è una questione di abitudine. Non intacca in fase di utilizzo e neanche quando vediamo video, avendo le bande nere in quanto i contenuti come sappiamo sono in 16:9.

LEGGI ANCHE  Le migliori pellicole per il Samsung Galaxy Note 9

Lo schermo pieghevole si vede?

La piega all’interno del Galaxy Fold c’è e si vede, è innegabile, ma non intacca l’esperienza di utilizzo. Passando il dito sopra sentiamo la parte pieghevole, ma dopo qualche ora di utilizzo non ci si fa neanche caso, in quanto a display aperto i contenuti visualizzati non presentano pieghe o storture di alcun tipo.

Tutti i display pieghevoli attuali hanno comunque il solco nella parte centrale che in fase di utilizzo non dà problemi o fastidi. Sappiamo che c’è, ma di fatto non si vede.

Schermo frontale, valore aggiunto ma migliorabile

Samsung Galaxy Fold Posteriore

Galaxy Fold ha due schermi, e quello esterno che abbiamo davanti è comunque fondamentale. Un form factor allungato, ma in grado di gestire le operazioni più semplici da fare al volo, come rispondere ad una chiamata o a un messaggio.

Vale come se fosse lo schermo principale dello smartphone da chiuso, e alla pari del principale può gestire qualsiasi applicazione. 

Non è esente da miglioramenti, in quanto stretto e dunque per scrivere bisogna essere un poì più attenti del normale, ma utilizzabile. Su un telefono di questo livello però è lecito aspettarsi un miglioramento in quanto copre poco dell’intero spazio a disposizione, stonando un po’ dal punto di vista estetico.

Fotocamera

Samsung Galaxy Fold Fotocamera

Il modulo fotografico è lo stesso che troviamo su Galaxy Note 10+ dal punto di vista qualitativo, vi invitiamo pertanto a dare un’occhiata alla nostra recensione per tutti gli esempi di foto. Quello che cambia è il numero di fotocamere e la loro disposizione.

Galaxy Fold ha ben 6 fotocamere, di cui tre sono presenti nella parte posteriore, due frontalmente a telefono aperto e una sopra lo schermo esterno.

La tripla fotocamera posteriore ha sensori e ottiche differenti. La ultrawide da 16 MP, la wide e la tele (zoom ottico 2x) da 12 MP.

Le due fotocamere interne hanno sensori da 10MP e 8 MP, con lieve differenza di campo, allargato per la seconda. La fotocamera sopra lo schermo esterno ha una risoluzione di 10 MP. Tutte vanno bene per videochiamate o foto al volo.

Utilizzare il Galaxy Fold è diverso da ogni altro smartphone

Il Galaxy Fold si differenzia da tutto quello che c’è in commercio per la sua forma e la sua dotazione. In fase di utilizzo tutti i giorni funziona perfettamente, ha un’autonomia superiore ai top di gamma di Samsung che partono già bene, e quello che serve è al suo posto. 

Da chiuso permette di eseguire qualsiasi operazione, compresa la ricarica wireless o un pagamento NFC

La maggior parte delle volte bisogna aprirlo per avere visione chiara dei contenuti e per beneficiare dell’ottimo display OLED da 7.3” in grado di piegarsi senza alcun problema.

Non sappiamo ancora se ci saranno ulteriori modelli con questo form factor, dato il lancio di Galaxy Z Flip che riprende le proporzioni degli smartphone tradizionali, con l’aggiunta della possibilità di piegarlo.

L’attenzione di Samsung dunque attualmente sembra rivolta a qualcosa di diverso.

In tasca il Galaxy Fold sta benissimo, non crea problemi e neanche il suo peso un po’ più alto rispetto agli smartphone standard si fa notare. 

In definitiva uno smartphone che ha dei tratti da prototipo, ma innovativo come pochi altri prodotti arrivati negli ultimi anni sul mercato. Una prova da fare se avete la possibilità economica e sapete cercare qualche offerta come quella che vi lasciamo qui, in quanto dai 2050€ di prezzo di listino, è già possibile acquistare con un po’ di sconto.

Un eventuale Galaxy Fold 2 potrebbe migliorare sul notch interno, eliminandolo con una o due fotocamere sotto lo schermo e inserendo uno schermo frontale più grande, con la capsula auricolare integrata come negli ultimi top di gamma.

Per il resto, non è possibile trovare nella progettazione difetti particolari, l’unico limite sta nei contenuti che andiamo a vedere, che nel 99% dei casi (storie instagram a parte) si adattano perfettamente a questo form factor.

Se avete qualsiasi tipo di domanda potete contattarci sulla Pagina Facebook, vi aspettiamo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.